HOMEPAGE

GAMES

TRUCCHI

FLASHGAMES

CARTOONS

EVITA CLAN

 

 

HOME               GAMES               FORUM               LO  STAFF               PUBBLICITA'               CONTATTACI

LISTA COMPLETA:

PC    |   XBOX 360    |   PS3    |   REVOLUTION    |   XBOX    |   PS2    |   GAMECUBE    |   PSP    |   NINTENDO DS
DREAMCAST
  | 
  N64   |   PSX   |   SATURN   |   SNES   |   MEGADRIVE   |   NES   |   M. SYSTEM   |   GAMEBOY   |   GAMEGEAR


Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x728 e realizzato sfruttando il linguaggio Java scaricabile gratuitamente qui.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Casa Produttrice

 

Atari

 

Sviluppatore

 

Turbine

 

Distributore

 

ATARI

 

Data di Uscita

 

Marzo 2006

 

Lingua

 

Tutto in Inglese

 

Genere

 

Sportivo

DUNGEONS & DRAGONS ONLINE: STORMREACH

 

Piattaforma

 

PC

Fascia di Età

 

Dai 12 anni in su

 

N° Giocatori

 

Solo Multiplayer Online

 

Link

 

Sito Ufficiale

Atari

  

Hardware PC

 

I requisiti minimi sono: sistema operativo Windows 2000/XP, processore a 1.6 GHz, 512 MB di RAM, scheda video 3D con 64 MB di Ram con supporto T&L, scheda audio compatibile DirectX, 3 GB di spazio su HD, connessione internet 56.6 K

 

Giochi Simili

 

World of Warcraft

 

 

 

 

 

Recensione del Gioco

 

PANORAMICA

 

D&D si differenzia per 2 principali ragioni. La prima è un'elevata profondità dello stile di gioco, la seconda, al contempo, è il lasciare al giocatore la possibilità di rimanere un "giocatore casuale" senza obblighi di presenza eccessivi. Tornando ad un’introduzione generale, è bene chiarire con precisione in che mondo ci troviamo, in quanto l’universo di D&D è molto vasto e le ambientazioni studiate dagli sviluppatori sono molteplici, spesso anche sensibilmente differenti dalla versione originale. In questo inedito capitolo vivremo le avventure nell’ambientazione di Eberron, un magico mondo dove accanto alle classiche razze presenti più o meno in ogni avventura, troviamo i golem di adamantio, veri e propri energumeni la cui caratteristica però è di venir "riparati" al posto che "curati". Le classi presenti sono quelle dell’edizione base, escluso il monaco. Appena caricato il menu iniziale, ci si parerà subito davanti l’alternativa di creare un nuovo personaggio. Le caratteristiche estetiche si susseguono veloci: si parte scegliendo la razza (che influisce con dei bonus/malus su determinate caratteristiche) passando poi prontamente ai lineamenti del viso, unica parte del nostro corpo personalizzabile, in quanto la taglia o la massa muscolare non sono editabili. La scelta è ampia: difficilmente troveremo un personaggio uguale al nostro. Una volta modellato il nostro alter ego verremo portati in una schermata più tecnica, all’interno della quale sceglieremo la classe da interpretare (tra le 9 disponibili) e come distribuire i nostri punti caratteristica. La fase di lancio dei dadi, forse quella più divertente della creazione personaggio nell’edizione cartacea, è stata sostituita con un sistema di assegnazione punti il cui obiettivo è quello di rendere il più possibile i personaggi equilibrati tra di loro. Terminata la scelta di questi particolari, ampiamente spiegati nell’utilizzo e utilità al semplice passaggio del mouse, verremo teletrasportati su un’isola sulla quale muoveremo i primi passi per prendere confidenza con i controlli e con l’interfaccia di gioco. Per quanto riguarda il game-play, una nota di merito per gli sviluppatori, che hanno creato un ottimo mezzo di controllo e interazione tra giocatore e alter ego, permettendoci di modificare le dimensioni e la posizione di ogni finestra o menu in modo da sistemare tutto come più ci aggrada.
Il sistema di controllo è doppio: potremo scegliere di guidare il nostro personaggio sia con le frecce direzionali oppure di affidarci al mouse. I combattimenti sono forse il lato migliore di questo MMORPG, perché unificano la complessità dei combattimenti di D&D, basati sulla durata del round, e un sistema in tempo reale. Il risultato è più che positivo: a ogni click del nostro mouse sferreremo un attacco e saremo noi a decidere quando e come parare un colpo. Questo sistema, che rende sicuramente più interattivo il gioco, presenta un enorme svantaggio in termini puramente tecnici: parliamo del LAG. Come in un FPS dove il ping è tutto, questa trasposizione in tempo reale del combattimento spesso viene influenzata anche dal ping che abbiamo. Per questo gli sviluppatori, hanno deciso di dividere il mondo in "distretti paralleli". I personaggi possono comunicare tra "distretti" diversi e possono spostarsi liberamente da uno all’altro semplicemente cliccando sopra la minimappa, tuttavia affinchè un party possa entrare nello stesso dungeon è necessario che tutti i membri si trovino nello stesso "distretto".

 

COMPARTO TECNICO

 

Il motore poligonale svolge un ottimo lavoro soprattutto nelle zone più affollate, come la locanda, luogo dove verremo teletrasportati se cadremo in battaglia o i dungeon, all’interno dei quali i dettagli non mancheranno. I modelli sia dei personaggi che dei numerosi NPC (personaggi non giocanti) presenti all'interno del mondo sono ben realizzati, tutti ricchi di dettagli e originali, quasi tutti rispecchianti i manuali di D&D. Sicuramente una nota di merito va ai grafici che, per ampliare la varietà e l'originalità dei nostri alter ego, hanno disegnato svariati modelli poligonali per la stessa tipologia di armature e armi: in questo modo lo stesso oggetto potrebbe essere completamente diverso per estetica a seconda del personaggio che lo porta. All'interno delle ambientazioni del mondo viene fatto largo uso del Bloom, e il motore migliora notevolmente con l'utilizzo dei filtri anisotropo e antialiasing. Le textures di D&D sono abbastanza varie, malgrado l'utilizzo eccessivo del mipmapping danneggi la qualità grafica globale del gioco, a favore di una migliore fluidità. Per quanto riguarda l'audio: i suoni sono ben realizzati e le musiche, nonostante spesso siano presenti anche solo come sottofondo ambientale, non risulteranno mai fastidiose, lasciando invece spazio all’interno dei dungeon alle narrazioni del master, purtroppo la lingua è l'inglese sia nel parlato che nei testi, mentre il manuale è tradotto in italiano.

 

CONCLUSIONI

 

Il prodotto è un gioco valido sotto ogni punto di vista. In primis, e non è cosa da poco quando si tratta di videogiochi e quindi di intrattenimento, D&D online sa divertire ed essere avvincente allo stesso tempo. Per secondo, D&DO è un gioco orientato più sull'azione che sull'interpretazione. Insomma, se siete degli estimatori del genere questo gioco fa sicuramente per voi. Se siete invece dei neofiti....vi consiglio seriamente di prenderlo "in esame", perchè potrebbe essere un "primo passo" verso un mondo nuovo quale quello degli MMORPG.

Voto

 

9
 

Recensione realizzata da LUKE

 

 

COMMENTA, VOTA E CHIEDI AIUTI SU  DUNGEONS & DRAGONS ONLINE: STORMREACH NEL

clicca ----->   FORUM   <----- clicca

SCARICA GRATIS  SE DISPONIBILI I TRUCCHI,  I SALVATAGGI E LA SOLUZIONE IN

clicca ----->   TRUCCHI   <----- clicca

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


ZOOM

      

  

 

 

 

 

  


ZOOM

 

    

 

 

 

 

  


ZOOM

 

   

 

 

 

 

 

   


ZOOM

 

    

 

 

 

 

 

 


ZOOM

 

 

 

 

  


ZOOM

 

 

 

 

 

 

 


ZOOM

 

 

 

 

 

 

 


ZOOM

 

 

 

 

 

 

 

 


ZOOM

 

 

 

 

 

 

 

 


ZOOM