LISTA COMPLETA

HOMEPAGE            GAMES            PC   XBOX   PS2   NGC   PSP   DS            FORUM            LO  STAFF            PUBBLICITA'            CONTATTACI 


Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x728 e realizzato sfruttando il linguaggio Java scaricabile gratuitamente qui.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Casa Produttrice

 

Activision

 

Sviluppatore

 

Infinity Ward

 

Distributore

 

Leader

 

Data di Uscita

 

Novembre 2005 - PC

Dicembre 2005 - XBOX 360

 

Lingua

 

Tutto in Italiano

 

Genere

 

Sparatutto 3D

CALL OF DUTY 2

 

Piattaforma

 

PC     XBOX 360

Fascia di Età

 

Dai 16 anni in su

 

N° Giocatori

 

Fino a 20 Giocatori

 

Link

 

Sito Ufficiale

Activision

Leader

  

Hardware PC

 

I requisiti minimi sono: sistema operativo Windows 2000/XP, processore a 1,4 GHz, 256 MB di RAM, scheda video 3D con 64MB di Ram compatibile DirectX 9.0c, scheda audio compatibile DirectX, 4 GB di spazio su HD.

 

Giochi Simili

 

Call of Duty: United Offensive

Medal of Honor: Pacific Assault

 

 

 

 

 

Recensione del Gioco

 

PANORAMICA

 

Dopo aver scosso gli animi di molti giocatori con il primo capitolo della saga tanto da tenerli impegnati in sfide multiplayer per ben due anni e riuscendo a far tremare (per molti anche scavalcare) colossi come Medal of Honor e Battlefield, in molti speravano in un sequel degno di nota, capace di riaffermare quella supremazia incontrastata nel campo degli Sparatutto 3D a sfondo bellico.
Il gioco si divide principalmente in due parti: il SinglePlayer e il MultiPlayer. Nel Giocatore Singolo impersonerete un soldato delle truppe alleate impegnato a fronteggiare l'esercito dell'Asse e in alcuni casi ad avanzare e conquistare alcuni territori caduti nelle loro mani lungo le dieci missioni proposte. Le ambientazioni in cui sarete immersi a giocare saranno diverse: Si inizierà con l'impersonare una matricola russa e combattere in territori russi (come Mosca e Stalingrado), quindi ambienti caratterizzati da paesaggi in pieno stile invernale, per poi ritrovarsi inglese in pieno Egitto nel deserto per la Battaglia di El Alamein nell'Egitto settentrionale e continuare la campagna africana in Libia e Tunisia, e per finire essere protagonisti in Europa Occidentale con la battaglia di Caen in Normandia (Francia) e finire l'impresa con l'Attraversamento del Reno in Germania.
Nel Multiplayer (vero cuore del gioco) ci ritroveremo invece a giocare online (o anche in Lan) in server dedicati per sfide da due giocatori in su (il numero di giocatori massimo consigliato è 20, ma tale numero può anche lievitare in alto se vi sono dei server adatti). Come nel primo capitolo non mancheranno le diverse modalità di gioco online. Si potrà scegliere tra il classico DeathMatch (tutti contro tutti), il TeamDeathMach (squadra alleata contro asse), per poi passare al Cerca e Distruggi (dove una squadra dovrà impegnarsi nell'arduo compito di distruggere gli obbiettivi protetti dall'esercito avversario in un determinato tempo di gioco). Queste ovviamente sono le modalità di gioco più diffuse tra i players a cui se ne aggiungono altre di minore importanza (Quartier Generale e Cattura la Bandiera). Scelta la modalità di gioco, all'inizio di ogni mappa (in totale vi sono 13 mappe tra cui alcune riprese dal predecessore e graficamente rifatte, come Carentan e Brecourt) si dovrà decidere quale squadra impersonare e dare così il via "alle danze".
Tra le novità introdotte in questo secondo capitolo c'è da citare la mancanza di una barra energetica che indica lo stato di salute del vostro soldato e un segnalatore di granate che apparirà ogni qual volta una bomba è stata lanciata nelle vostre vicinanze. La prima novità introdotta rende sicuramente il gioco più realistico e permette inoltre di non far capire al giocatore quanta energia gli manchi prima di morire. La seconda (irrealistica e che sarebbe stato forse meglio non realizzare), seppur a prima vista potrà risultare vantaggiosa per non incappare nelle bombe, porterà più volte a far confondere il giocatore e a farlo muovere in tondo non sapendo da che parte andare.
Da ricordare per i fanatici della serie che oltre alla versione "normale" del gioco, in contemporanea (ad un prezzo poco più alto) è uscita anche una versione limitata chiamata "Call of Duty 2 - Collector's Edition" che contiene in più dei filmati storici dell'epoca, un "dietro alle Quinte" e un "Making of".
P.S.: Ringrazio ilTemplare per avermi dato l'opportunità di recensire questo titolo e invito tutti gli utenti di Everland Italia a iscriversi al nostro clan: gli
EvIta, Clan Ufficiale di Everland Italia.

 

COMPARTO TECNICO

 

Per chi ha giocato con i precedenti capitoli (Call of Duty e Call of Duty: United Offensive) ciò che stupirà subito sarà il comparto grafico. Grazie ad uno nuovo e straordinario motore grafico questo Call of Duty 2 sembra proprio un film d'autore in cui i protagonisti sarete voi che giocate. Il paesaggio in lontananza e le costruzioni che ricreano l'ambiente in cui vi muoverete sembrano proprio immergere appieno il gamer all'interno del gioco grazie a texture di alto livello e a splendidi effetti sia grafici (come esplosioni, la nebbia, gli aerei che sorvolano il cielo, la polvere di sabbia che si alza al passaggio dei carrarmati, i giochi di luce che in questo titolo sono stati maggiormente accentuati ecc.) che sonori (come il rumore dei cingolati, dei proiettili in aria, dei passi del vostro alter-ego e degli altri soldati ecc.) che aiutano a rendere il tutto a dir poco realistico.
La giocabilità non è da meno riaffermando quanto di buono si era visto nei predecessori e non solo: gli sviluppatori di Infinity Ward sembrano "aver ascoltato" il parere dei fans che lamentavano una gestione delle armi un po' troppo sbilanciata verso gli alleati tanto che nelle partite multiplayer si faceva a gara chi arrivava prima a scegliere gli alleati. Ebbene, questo sequel spazza via queste lamentele grazie ad un'armeria di tutto rispetto (sono state inserite nuove armi) e bilanciata (quindi non vi saranno disparità fra alleati e tedeschi) e dando maggior peso (provocando cioè nel nemico maggiori danni) alle armi a lunga gittata (i fucili) e minor peso alle armi "leggere" (come i mitra).
La longevità del titolo può considerarsi pressochè infinita e terrà incollati i giocatori e soprattutto i fans nel multiplayer fino all'uscita di un ulteriore capitolo o di una espansione. C'è da dire inoltre che sul versante single-player il gioco si è fatto molto più difficile e già con un livello di difficoltà "soldato" (il secondo nella scala delle quattro difficoltà presenti) morirete un bel po' di volte prima che potrete proseguire e arrivare nei checkpoint. Davvero arduo sarà superare il gioco con difficoltà Veterano!
Il comparto sonoro è su ottimi livelli con effetti sorprendenti, un doppiaggio, in italiano, degnamente realizzato e musiche a tema che non mancheranno di infondere quella carica giusta quando il vostro comandante darà l'ordine di attaccare:
"Avanti soldati per la Madre Patria Russa.......Fuoco e Fiamme......Fuoooooco e Fiammeeeeeeeeeeeeee!

 

CONCLUSIONI

 

Che dire.....un titolo da mettere in cima alla lista degli acquisti soprattutto per coloro che amano gli Sparatutto 3D e giocano online. Non mi sento di dare un 10 pieno solamente perchè spero che un giorno, il suo successore, potrà riuscire nell'impresa di offrire un qualcosa di meglio di ciò che è stato realizzato ora. Non mi resta che salutarvi.....scusatemi ma è tempo di scendere in battaglia a far fuori quei "maledetti cecchini". Hola!

Voto

 

9,9
 

Recensione realizzata da Zod l'Immortale

 

 

COMMENTA, VOTA E SCARICA GRATIS  SE DISPONIBILI I TRUCCHI,  I SALVATAGGI E LA SOLUZIONE  DI CALL OF DUTY 2 SUL

clicca ----->   FORUM   <----- clicca

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


ZOOM

 

 

 

 

 

 

 


ZOOM

 

 

 

 

 

 

 


ZOOM

 

 

 

 

 

 

 


ZOOM

 

 

 

 

 

 

 

 


ZOOM

 

 

 

 

 


ZOOM

 

 

 

 

 

 

 


ZOOM

 

 

 

 

 

 

 


ZOOM

 

 

 

 

 

 

 


ZOOM

 

 

 

 

 

 

 

 


ZOOM