LISTA COMPLETA

HOMEPAGE            GAMES            PC   XBOX   PS2   NGC   PSP   DS            FORUM            LO  STAFF            PUBBLICITA'            CONTATTACI 


Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x728 e realizzato sfruttando il linguaggio Java scaricabile gratuitamente qui.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Casa Produttrice

 

Nintendo

 

Sviluppatore

 

Retro Studios

 

Distributore

 

Halifax - Take

 

Data di Uscita

 

Marzo 2003

 

Lingua

 

Sottotitoli in Italiano

 

Genere

 

Sparatutto 3D - Adventure

METROID PRIME

 

Piattaforma

 

NGC

Fascia di Età

 

Dai 11 anni in su

 

N° Giocatori

 

1 Giocatore

 

Link

 

Sito Ufficiale del Gioco

Retro Studios

Halifax

  

Giochi Simili

 

Halo

Half-Life

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Recensione

La saga di Metroid è una delle più longeve e delle più riuscite nella storia della Nintendo, non solo per la sua atmosfera alla Alien, ma perché ogni singolo capitolo presenta una qualità estremamente elevata in ogni suo aspetto o particolare. La cura maniacale con cui viene realizzato ogni episodio può essere trovato solo in pochi videogame. Il risultato è stato l’ennesimo successo che il team della Retro Studios ha fatto registrare: il miglior gioco dell’anno 2003 per qualsiasi piattaforma, e non è poco. Inoltre bisogna aggiungere che il design dei personaggi e la sezione giocabilità sono stati curati da mastro Miyamoto, mentre grafica e sonoro sono stati affidati interamente al team Retro che hanno fatto si che il gioco scorra a 60 frame costanti.
La difficoltà maggiore incontrata e stata quella di riuscire a trasporre il gioco (finora rigorosamente in 2D), in 3D senza far perdere nulla alla sua atmosfera e ai particolari che lo hanno reso famoso. Invece il tutto è riuscito più che egregiamente.
La miscela di tutti questi particolari rende, secondo me, questo gioco il migliore per Cubo, anche perché con il prezzo attuale di 29€ diventa un acquisto imperdibile.
Metroid Prime è ambientato poco dopo gli eventi di Super Metroid (per SNES), e in risposta a una chiamata di soccorso, la protagonista, una cacciatrice di taglie, Samus Aran giunge a un centro di ricerca in orbita attorno al pianeta, in cui in futuro si svolgerà l’azione principale, Tallon IV. Nel centro di ricerca tutto sembra tacere, ma delle belle sorprese ci aspettano addentrandoci al suo interno, con un’azione sempre più incalzante. La tensione si mantiene molto alta a causa del silenzio mortale che c’è all’interno, interrotto solamente dai rumori del centro in avaria. Sbarcati sul pianeta poi, il tutto diventa diverso, sembra che tutto sia finito, ma siamo soltanto all’inizio. Sul pianeta sembra esserci la pace, ma ben presto tutto verrà stravolto. Su Tallon poiché all’inizio l’azione è blanda, si può prendere confidenza con i comandi. Da un punto di vista generale l’azione del gioco si può dividere in due parti: una dove prevale una componente di esplorazione e acquisizione dei dati, ma che non disdegna qualche combattimento; un’altra in cui l’azione diventa abbastanza incalzante, dovuta alla comparsa dei pirati spaziali, i veri nemici del gioco. Samus, infatti, dovrà sconfiggere i pirati, perché con i loro esperimenti genetici stanno modificando in peggio gli esseri animali che vivono nel pianeta.

Grafica, Sonoro e Giocabilità

         La grafica del gioco è tuttora forse la migliore per Cubo, estremamente veloce e senza nessun rallentamento. Gli effetti di luce, l’illuminazione in tempo reale e i combattimenti, non creano nessun effetto di confusione agli occhi del giocatore. Il design dei livelli e i particolari di cui sono costituiti, si adattano perfettamente con l’azione.
Il sonoro e veramente d’atmosfera, passando da ritmi talora incalzanti a ritmi molto melodici, che fanno dimenticare per un attimo la missione che stiamo svolgendo.
La giocabilita, invece, e ciò che rende il titolo degno di nota: semplicemente perfetta. Il tutto si compie come se venisse naturale, come se fossimo noi Samus. Il gioco è principalmente in prima persona, sia in fase esplorativa che in fase di battaglia, ma c’è anche una modalità in terza persona, in cui la protagonista si trasforma in una sfera (Morph Ball). In questo modo si possono fare tante altre cose che in prima persona non avvengono, come ad esempio fungere da chiave per aprire una porta, entrare in cunicoli stretti, attivare le bombe per rompere alcune pareti incrinate, ecc… Il gioco è molto bilanciato, con una difficoltà crescente molto gradualmente, mentre i controlli sono molto semplici ed intuitivi.

Armi e Visori

         In Prime, come in tutti i Metroid, c’è una gran quantità di potenziamenti, che rendono, col procedere, Samus quasi immortale. Questi variano, per esempio, da nuove armi a kit d’espansione per i missili o per la vite, ecc… e sono sparsi per tutto il pianeta in posti più o meno nascosti.
Nel gioco un ruolo importante lo possiede il visore della tuta, poiché non solo ci da informazioni sui nemici presenti in zona, ma anche sulla mappa, sulle armi equipaggiate e sui visori. Generalmente la tuta è settata sul visore da combattimento, ma nel corso dell’avventura si possono prendere altri tre visori: il visore scan (che serve per acquisire le informazioni sui nemici o su vari oggetti che si trovano sul percorso), il visore termico (che serve a rilevare fonti di calore e nemici invisibili) e il visore a raggi X (per scovare piattaforme o passaggi segreti altrimenti invisibili). I visori possono essere selezionati con la croce T.
Le armi sono solo quattro, ma molto diverse tra loro sia per potenza sia mosse speciali; infatti, ogni arma ha un suo potenziamento speciale e una combinazione con i missili. La prima arma con cui si comincia il gioco è il raggio Energia (Power beam), con una buona velocità di fuoco, ottima per sbaragliare numerosi nemici contemporaneamente; il raggio Onda (Wave beam), consiste in una scarica elettrica, ed è molto efficace contro i nemici elettrici o attivare circuiti spenti. E leggermente più lento del primo, ma più potente. Il raggio Gelo (Ice beam) e l’arma più lenta, ma riesce ad immobilizzare i nemici per un po’ di tempo; il raggio Plasma (Plasma beam) è l’arma più potente e discretamente veloce, capace di incenerire i nemici; infine il raggio Gancio, disponibile però sul braccio destro, serve unicamente per agganciarsi in determinati supporti, oltrepassando così ampie aree e non ha funzioni di attacco. Le prime quattro armi sono disponibili tutte nel braccio sinistro, scegliendole semplicemente con il C-Stick.

Il Menù

         Il menù è molto semplice ed intuitivo, e comprende le descrizioni dettagliate sia di tutti i potenziamenti e armi raccolte, sia di tutte le specie animali e nemici incontrati. Andando più nel particolare, tutti gli animali analizzati con il visore scan, sono catalogati in un sottomenù in cui vengono riportate tutte le descrizioni dettagliate della specie. Vengono anche catalogati i dati dei pirati e dei loro piani, sia la storia degli abitanti del luogo e sia come sono stati costretti a fuggire. Più si riescono a scansionare oggetti e specie animali, più sarà alta la percentuale con cui il gioco sarà finito, e di conseguenza migliore sarà il finale.

  

Conclusioni

Da tutti questi particolari e da tanti altri, il gioco quindi colpisce, sia perché riesce a riprendere ciò che ha reso famosa la saga, sia perché aggiunge tante altre cose originali. In questo modo il gioco non sarà mai ripetitivo e il susseguirsi degli eventi farà sì che il coinvolgimento cresca in modo esponenziale. Per concludere la longevità è medio – alta (dalle 25 alle 40 ore) e dipende dalla profondità con cui viene affrontato.
Una chicca aggiunta: quando si termina il gioco Metroid Fusion su GBA, e connettendo quest’ultimo al Cubo, si può sbloccare il primo Metroid, che ha dato alla fantastica saga. L'età consigliata è 11+

by          

Link     

 

 

Voto

 

9,5

 

 

ScreenShot