HOMEPAGE

GAMES

TRUCCHI

FLASHGAMES

CARTOONS

EVITA CLAN

 

 

HOME               GAMES               FORUM               LO  STAFF               PUBBLICITA'               CONTATTACI

LISTA COMPLETA:

PC    |   XBOX 360    |   PS3    |   REVOLUTION    |   XBOX    |   PS2    |   GAMECUBE    |   PSP    |   NINTENDO DS
DREAMCAST
  | 
  N64   |   PSX   |   SATURN   |   SNES   |   MEGADRIVE   |   NES   |   M. SYSTEM   |   GAMEBOY   |   GAMEGEAR


Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x728 e realizzato sfruttando il linguaggio Java scaricabile gratuitamente qui.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Casa Produttrice

 

JoWood

 

Sviluppatore

 

Phenomic Game

 

Distributore

 

Koch Media

 

Data di Uscita

 

Aprile 2006

 

Lingua

 

Tutto in Italiano

 

Genere

 

RTS

SPELLFORCE 2: SHADOW WARS

 

Piattaforma

 

PC

Fascia di Età

 

Dai 12 anni in su

 

N° Giocatori

 

1 Giocatore + Multiplayer fino a 4 Giocatori

 

Link

 

Sito Ufficiale

JoWood

KochMedia

  

Hardware PC

 

I requisiti minimi sono: sistema operativo Windows 2000/XP, processore a 2.8 MHz, 512 MB di RAM, scheda video 3D con 128 MB di Ram compatibile DirectX 9, scheda audio compatibile DirectX, 5 GB di HD.

 

Giochi Simili

 

Goblin Commander: Unleash the Horde

 

 

 

 

 

Recensione del Gioco

 

PANORAMICA

 

Prima di analizzare il prodotto facciamo un breve riassunto della "puntata" precedente. Assistiamo alla caduta della civiltà degli Elfi Oscuri e alla cacciata di Nightsong, una vecchia conoscenza, dalla terra patria. Prima di soccombere sotto i colpi dell'esercito scatenato dall'Ombra, The Shadow, vediamo Craig Un'Shallach padre dell'elfa consegnarle l'ordine di dare l'allarme a tutte le popolazioni minacciate da questa nuova calamità. Sulla scia di questa visione apocalittica lasciamo il povero Craig, ormai spacciato, nelle mani delle orde dell'Ombra.
Il gioco prende il via immediatamente presentandoci il personaggio creato poc'anzi alle prese con la minaccia crescente delle forze del male intenzionate a distruggerne l'amato popolo. In Spellforce 2 potremo scegliere fra diverse modalità di gioco, a seconda del tipo di esperienza che si va cercando: è possibile iniziare una partita come semplice schermaglia, in multiplayer o nella campagna in single player. Come il predecessore, Spellforce 2: Shadow Wars ci propone un'esperienza di gioco ibrida, a metà tra il gioco di ruolo e lo strategico in tempo reale. In Shadow Wars gli sviluppatori hanno deciso di semplificare il game-play ripulendolo da alcune meccaniche (prevalentemente RTS) che rallentavano e appesantivano, spesso e inutilmente, il gioco. Il risultato più evidente di questo snellimento è sicuramente la diminuzione del numero di risorse da raccogliere (ora sono solo 3), ma anche la gestione degli insediamenti e delle unità è stata ampiamente rivisitata. In particolare è stato abbandonato il sistema basato su rune e pergamene, in favore di uno schema ad albero più convenzionale. La gestione dei lavoratori è rimasta pressoché invariata, mentre il loro numero (come quello delle unità militari) non dipenderà solo dalla grandezza del nostro quartier generale ma anche dalla presenza di alcuni edifici chiave. Esattamente come avveniva per le unità, numerosi edifici dispongono di upgrade che ne migliorano efficienza e competenze. Anche la dinamica degli scontri è stata modificata. La possibilità di impostare atteggiamenti predefiniti per le truppe e il nuovo bilanciamento delle unità hanno, infatti, aumentato la profondità tattica delle battaglie che risultano davvero coinvolgenti. Se la componente RTS ha apparentemente perso un po' della sua complessità in favore di un'azione più immediata, gli elementi ruolistici hanno assunto un'importanza maggiore. Il nuovo set di regole ci permetterà di personalizzare profondamente il nostro personaggio in modo da assecondare al meglio qualsiasi stile di gioco. Potremo cosi creare, partendo dal guerriero al mago passando per tutta una serie di personaggi ibridi che faranno la gioia dei giocatori di ruolo più incalliti. Oltre al notevole numero di abilità, potremo contare su centinaia di oggetti con cui equipaggiare il nostro personaggio. Sarà possibile trovare equipaggiamento un pò ovunque, e potremo utilizzarlo per migliorare ulteriormente alcune caratteristiche. Come avveniva in The Order of Dawn, anche in questo episodio potremo contare su alcuni compagni di avventura che ci seguiranno nelle nostre scorribande per il mondo di EO. La gestione degli eroi, però, è stata profondamente modificata rispetto a quella vista nel primo capitolo della saga. Abbandonato il sistema delle rune, infatti, non potremo evocare gli eroi, ma saranno loro ad unirsi a noi man mano che avanzeremo nel gioco.

 

COMPARTO TECNICO

 

Tecnicamente parlando Spellforce 2 risulta essere davvero gradevole. Intendiamoci, nessuno potrà gridare al miracolo in quanto a quantità di poligoni o effetti, ma le texture sono ben definite e assieme a dei colori con belle sfumature e una gamma piuttosto ampia, sanno regalare una certa credibilità alle ambientazioni. Meno convincenti sono i personaggi ai quali sembra non essere stata data l' importanza che meriterebbero. Il sonoro è quello standard per le produzioni fantasy con colonne sonore evocative e d'atmosfera anche se la sensazione di "già sentito" rischia di essere molto alta.

 

CONCLUSIONI

 

L’affermazione che si può fare dopo le prime ore di gioco è la seguente: ci si trova di fronte un qualcosa di abbastanza complesso. I programmatori sono riusciti nell’intento di unire due generi completamente differenti, uno è il GDR, l’altro è lo stile RTS. Credo proprio che gli amanti di entrambi i generi sapranno trarre molte soddisfazioni da questo prodotto.

Voto

 

9
 

Recensione realizzata da LUKE

 

 

COMMENTA, VOTA E CHIEDI AIUTI SU SPELLFORCE 2 SHADOW WARS NEL

clicca ----->   FORUM   <----- clicca

SCARICA GRATIS  SE DISPONIBILI I TRUCCHI,  I SALVATAGGI E LA SOLUZIONE IN

clicca ----->   TRUCCHI   <----- clicca

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


ZOOM

      

  

 

 

  

  


ZOOM

 

    

 

 

   

  


ZOOM

 

   

    

 

 

    


ZOOM

 

    

  

 

 

  


ZOOM

 

 

 

 


ZOOM

 

 

 

 

 

 


ZOOM

 

 

 

 

 

 


ZOOM

 

 

 

 

 

 


ZOOM

 

 

 

 

 

 


ZOOM