HOMEPAGE

GAMES

TRUCCHI

FLASHGAMES

CARTOONS

EVITA CLAN

 

 

HOME               GAMES               FORUM               LO  STAFF               PUBBLICITA'               CONTATTACI

LISTA COMPLETA:

PC    |   XBOX 360    |   PS3    |   REVOLUTION    |   XBOX    |   PS2    |   GAMECUBE    |   PSP    |   NINTENDO DS
DREAMCAST
  | 
  N64   |   PSX   |   SATURN   |   SNES   |   MEGADRIVE   |   NES   |   M. SYSTEM   |   GAMEBOY   |   GAMEGEAR


Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x728 e realizzato sfruttando il linguaggio Java scaricabile gratuitamente qui.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Casa Produttrice

 

LucasArts

 

Sviluppatore

 

Petroglyph Games

 

Distributore

 

Activision Italia

 

Data di Uscita

 

Febbraio 2006

 

Lingua

 

Tutto in Italiano

 

Genere

 

RTS

STAR WARS:
EMPIRE AT WAR

 

Piattaforma

 

PC

Fascia di Età

 

Dai 12 anni in su

 

N° Giocatori

 

1 Giocatore + Multiplayer fino a 8 Giocatori

 

Link

 

Sito Ufficiale

LucasArts

Activision Italia

  

Hardware PC

 

I requisiti minimi sono: sistema operativo Windows 2000/XP, processore a 1 GHz, 256 MB di RAM, scheda video 3D con 32 MB di Ram compatibile DirectX 9.0c, scheda audio compatibile DirectX, 2,5 GB di spazio su HD.

 

Giochi Simili

 

Star Wars: Galactic Battleground

 

 

 

 

 

Recensione del Gioco

 

PANORAMICA

 

Star Wars: Empire at War è ambientato in un'epoca grossomodo collocata tra Episodio III e il primo capitolo della vecchia trilogia, quella che vede l'esercito imperiale, già guidato da un Anakin Skywalker che veste i panni di Darth Vader, dare la caccia ai ribelli per tutti gli angoli della galassia.
Prima di tutto, non esiste una sostanziale differenza in termini di spazio o di tempo tra le missioni e gli scenari coinvolti: l'intera galassia è un campo di battaglia e le forze a disposizione vengono dislocate presso questo o quel sistema in un'ottica strategica globale. Per quanto riguarda le missioni: abbiamo determinati obiettivi e alcune linee guida per conseguirli, ma la guerra si svolge senza soluzione di continuità, con situazioni che evolvono di battaglia in battaglia, sia dal punto di vista del dislocamento delle forze sia delle perdite. Non è nemmeno prevista alcuna limitazione relativamente al teatro di guerra. In pratica possiamo subire un attacco ma contemporaneamente sferrarne un altro, magari a uno di quei pianeti che forniscono materie prime abbondanti e sono sufficientemente avanzati da produrre incrociatori stellari o altre potenti unità, uno scenario globale e dinamico dove una sconfitta può tramutarsi in una vittoria nel bilancio generale del conflitto, e dove occupare un pianeta o schiacciare il nemico a tutti i costi può non essere un'opzione perché le perdite si ripercuotono sull'andamento della guerra nel suo complesso. Inoltre le battaglie si svolgono contemporaneamente a terra e nello spazio in modo interdipendente. Tutte le forze che devono attaccare un pianeta ostile devono prima arrivare a destinazione, quindi, per esempio, se i ribelli hanno poche truppe al suolo ma molti X-Wing e incrociatori possono bloccare l'affluso delle truppe imperiali a terra e dare una chance di vittoria ai loro compagni. Per evidenziare ulteriormente come i due ambiti spazio/terra siano legati possiamo citare la possibilità di chiamare i caccia impegnati a combattere nello spazio sulla superficie del pianeta, i TIE-Fighter imperiali, per esempio, se fossero in netto soprannumero potrebbero aiutare gli AT-AT a far saltare i coriacei scudi energetici dei ribelli. Per quanto riguarda le due fazioni a disposizione (Ribelli e Impero), esse possiedono caratteristiche ben distinte non limitando le differenze alla mera rosa delle unità ma estendendosi a una serie di condizioni che mireranno a riprodurre le situazioni viste nei film. L'Impero, infatti, dispone di risorse pressoché illimitate ma ha un'intelligence carente perciò non riuscirà facilmente a scovare le basi dei ribelli né a sapere come si sposteranno i loro mezzi. Al contrario i ribelli dispongono di un'ottima rete di spie, sanno dove si trovano le truppe imperiali, dispongono di caccia e incrociatori dalla tecnologia molto avanzata. Ma dal momento che questi mezzi sono estremamente costosi e le risorse assai scarse, la strategia d'applicare sarà il classico "mordi e fuggi", quindi richiederà veloci spostamenti di truppe da una parte all'altra della galassia per cercare sia di cogliere impreparato l'Impero sottraendogli delle risorse sia per sfuggire al grosso della sua flotta. Le unità includono quasi tutti i mezzi imperiali e della ribellione visti nella prima trilogia come truppe imperiali o ribelli variamente armati, gli AT-AT, i bipodi imperiali, gli speeder, le torrette difensive, generatori di scudi, X-Wing, Y-Wing, TIE Fighter, incrociatori stellari, e...la Morte Nera, con la sua capacità di polverizzare un pianeta in un solo colpo. Ovviamente sono presenti anche i condottieri per entrambi gli schieramenti: Darth Vader per l'Impero, capace di stritolare un mezzo corazzato con i poteri del lato oscuro, e Obi-Wan Kenobi per i ribelli. Sul campo di battaglia, a seconda del pianeta (Tatooine, Dagobah, Hoth e la luna di Endor) sono presenti anche unità neutrali, come il Rancor, che semineranno morte e distruzione in entrambi gli schieramenti.

 

COMPARTO TECNICO

 

Sicuramente, avrete dato uno sguardo agli screenshot e da essi emergono alcuni elementi: il dettaglio grafico della singola unità è veramente molto alto, forse il più alto in assoluto registrato in un RTS. Il singolo soldato delle truppe d'assalto imperiali è definito quanto il protagonista di uno sparatutto di qualche anno fa, le navi più complesse hanno un gran numero di particolari che ricordano chiaramente i modellini della prima trilogia della serie, mentre lo scenario, spaziale o terrestre che sia, vanta definizione e texture eccellenti. L'aspetto che mi ha lasciato perplesso è la percezione della scala di alcune unità osservate da vicino: i bipodi imperiali (nel film) erano decisamente più alti e più grandi di quanto appaiano nel prodotto, lo stesso dicasi per i carri e gli X-Wing che sfrecciano vicino al suolo, mentre i rapporti di grandezza sono realistici per il mastodontico AT-AT e i transporter galattici. Buono anche il reparto sonoro, con musiche a tema ed ottimi doppiaggi dei vari personaggi principali.

 

CONCLUSIONI

 

A mio personale giudizio, questo Star Wars: Empire at War, è il primo ed unico vero RTS (gli altri titoli fin'ora usciti sono stati tutti dei "fiaschi") ambientato nel mondo di papà Lucas e soci. Per il resto.... la dinamica dei combattimenti nello spazio e al suolo ricalca estremamente da vicino quella dei film, con una multitudine di X-Wing e di incrociatori solcati da un reticolato di colpi di faser, esplosioni, caccia che vanno in avvitamento perdendo pezzi, l'indimenticabile urlo del TIE Fighter imperiale. Insomma, una gioia per i nostri occhi, consigliato veramente a tutti.

Voto

 

9,5
 

Recensione realizzata da LUKE

 

 

COMMENTA, VOTA E CHIEDI AIUTI SU  STAR WARS: EMPIRE AT WAR NEL

clicca ----->   FORUM   <----- clicca

SCARICA GRATIS  SE DISPONIBILI I TRUCCHI,  I SALVATAGGI E LA SOLUZIONE IN

clicca ----->   TRUCCHI   <----- clicca

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


ZOOM

 

    

 

 

 

 

  


ZOOM

 

 

  

 

 

 

 


ZOOM

 

   

 

 

 

 

 


ZOOM

 

 

   

 

 

 

 


ZOOM

 

 

 

 

 

 


ZOOM

 

 

 

 

 

 

 


ZOOM

 

 

 

 

 

 

 


ZOOM

 

 

 

 

 

 

 


ZOOM

 

 

 

 

 

 

 


ZOOM