LISTA COMPLETA

HOMEPAGE            GAMES            PC   XBOX   PS2   NGC   PSP   DS            FORUM            LO  STAFF            PUBBLICITA'            CONTATTACI 


Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x728 e realizzato sfruttando il linguaggio Java scaricabile gratuitamente qui.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Casa Produttrice

 

Namco

 

Sviluppatore

 

Namco

 

Distributore

 

Nintendo

 

Data di Uscita

 

Ottobre 2004

 

Lingua

 

Tutto in Italiano

 

Genere

 

Gioco di Ruolo

TALES OF SYMPHONIA

 

Piattaforma

 

NGC

Fascia di Età

 

Dai 12 anni in su

 

N° Giocatori

 

Fino a 4 Giocatori

 

Link

 

Sito Ufficiale

Namco

Nintendo

  

Giochi Simili

 

Skies of Arcadia Legend

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Recensione

Data la forte carenza di GDR nel Cubo rispetto alle altre due console, in casa Nintendo sembra che l’aria stia finalmente cambiando. In questa ultima parte dell’anno sono usciti dopo tanta attesa due giochi importanti, che si spera facciano risollevare le sorti un po’ grigie del cubetto. Il primo GDR, in ordine di tempo di uscita in Italia, è Tales of Symphonia (ToF da ora in poi). Come al solito l’attesa per vederlo nel nostro vecchio continente è stata di almeno un anno e mezzo, anche se la versione americana è giocabilissima anche per i meno inglesofili. Lo sviluppo del gioco è stato affidato sempre nelle mani della divisione interna alla Namco, chiamata Namco Tales Studio Ltd, che come si può capire dal nome, si è occupata anche dei fortunati capitoli precedenti della saga (Tales of Phantasia per SNES e Tales of Destiny per PS). In questo nuovo capitolo, la struttura fondamentale del gioco non è cambiata drasticamente e non mancano le novità.
La trama del gioco, abbastanza complessa e ricca di colpi di scena, narra che nel mondo di Sylvarant la dea Martel aveva bandito i malvagi Desian (che avevano la colpa di sciupare le risorse del pianeta (il Mana) cadendo poi in un sonno profondo. Con il passare del tempo, e quindi nel periodo in cui il gioco è ambientato, i Desian sono riapparsi, minacciando la vita degli abitanti del mondo di Sylvarant. Esiste una profezia che narra che un eletto riporterà l’ordine e la pace nel mondo, ricacciando via i perfidi Desian. Colette, la protagonista del gioco, rappresenta l’Eletto, e deve compiere un lungo viaggio per acquisire i poteri che la faranno diventare un angelo e porre fine alle malefatte dei Desian. Ovviamente Colette non sarà sola, ma sarà accompagnata dai suoi amici di scuola, Lloyd e Genis che la proteggeranno e sosterranno nel lungo viaggio intrapreso. Molto positivo lo considero l’inserimento di un diario, aggiornato in tempo reale, che descrive in maniera molto dettagliata tutto ciò che si svolge nella trama principale, e viene in aiuto a coloro che giocano con il titolo in maniera saltuaria. Il tutto è accompagnato da un buon doppiaggio, anche se il gioco è parlato nelle fasi più importanti e quando bisogna esprimere lo stato psicologico dei personaggi. Comunque esso ricorre abbastanza frequentemente.
ToS è realizzato in grafica Cel – Shading (tecnica utilizzata in modo magistrale già in altri giochi come Zelda: Wind Waker e XIII) dando una buona resa visiva e definizione dei dettagli. I personaggi sono tutti ben caratterizzati e con un proprio carattere, rispecchiato abbastanza bene dal doppiaggio. Spesso, durante il gioco, oltre alla trama principale, potremo assistere a degli “skits” brevi dialoghi tra i personaggi che non solo permettono di approfondire i loro rapporti, ma danno anche delle delucidazioni su cosa fare in futuro e quale strada intraprendere. Da questo punto di vista il gioco è abbastanza vario, dando al giocatore, in base alle risposte che sceglie, l’opportunità di far variare il percorso della trama. Gli ambienti in cui si svolge il gioco sono abbastanza ben caratterizzati, con ambientazioni sempre nuove ed originali. 
Il gameplay si può considerare come un misto tra Final Fantasy, per quanto riguarda l’esplorazione dei villaggi e del mondo esterno, e l'immediatezza di Chrono Trigger, per quanto riguarda i combattimenti. Questi ultimi possono essere anche evitati, poiché i diversi mostri sono visibili sia sul campo che nei dungeon. L’azione di battaglia si svolge in tempo reale, controllando qualsiasi personaggio (anche se in realtà possiamo usarne solo uno nel single player) e settando tutti i suoi parametri in maniera da renderlo perfettamente autonomo. L’intelligenza artificiale infatti è abbastanza buona. La novità di questi combattimenti è che si può giocare fino a quattro contemporaneamente, facendo attacchi combo sempre più devastanti a mano a mano che saliamo di livello. Il gioco contiene tanti aiuti, sottoforma di manuali, utili non soltanto per affinare al meglio le tecniche di combattimento che si imparano col tempo, ma anche per fare da abbecedario sia per i nemici incontrati (che vengono classificati in base ai loro parametri) che per i posti visitati, con tanto di locazioni sulla mappa.

 

Conclusioni

Nel complesso il gioco risulta essere un toccasana per l’assenza cronica di GDR nel Cubo, anche perché si dimostra abbastanza longevo (ca. 80 ore in due dischi) e mai stancante, grazie ai frequenti colpi di scena. Inoltre l’originalità dei combattimenti, che ha sempre caratterizzato la saga dei vari Tales of…, lo rende una valida alternativa a Final Fantasy e a chi vuole sfuggire alle lunghe sessioni dei vari combattimenti a turni. Un ultimo appunto alle musiche, che risultano, a mio parere, leggermente sottotono rispetto a quelle dei precedenti episodi (Tales of Phantasia su tutti) che vantavano un reparto musicale molto ampio e indimenticabile. Età consigliata 12+.

by           

ilTemplare

 

 

Voto

 

8

 

COMMENTA, VOTA E SCARICA GRATIS  SE DISPONIBILI I TRUCCHI,  I SALVATAGGI E LA SOLUZIONE  DI TALES OF SYMPHONIA SUL

clicca ----->   FORUM   <----- clicca

 

 

ScreenShot